Il mondo delle webcam per PC ha sempre delle interessanti novità da offrire per i diversi rispettivi target di appartenenza. Oggi andremo a recensire AiCoco AI StreamCam PRO AC610, che contiene numerose funzionalità che la fanno spiccare tra molti prodotti della stessa categoria presenti in commercio. La recensione sarà il più possibile obiettiva.

Annuncio.

Oltre all’omonima webcam dalle dimensioni relativamente compatte (147x125x74 millimetri) e un corpo in plastica rigida misto ad alluminio per dissipare, è possibile trovare un cavo da USB-C a USB-A (tuttavia è perfettamente compatibile con un cavo da USB-C a USB-C preso aftermarket), una copri-webcam siliconata, una quick start guide e una bielletta filettata da 1/4″ per montare il prodotto su treppiede e/o utilizzarlo verticalmente. L’attacco da 1/4, presente anche nella webcam, può consentire anche l’utilizzo a braccio. Possibile, grazie alla basetta, agganciarla alla cornice del monitor/tv/shell del portatile.

aicoco ai streamcam pro ac610 recensione webcam

AiCoCo AI StreamCam PRO AC610: AI di nome e di fatto.

Come è anche intuibile dal nome, le caratteristiche chiave del prodotto risiedono in un chip smart basato sull’intelligenza artificiale. Nello specifico, nel riconoscimento di pattern e figure da noi effettuate. Dal fattore forma rettangolare, disponibile nei colori bianco e nero, il prodotto è una webcam con risoluzione fino a 2K@25FPS (in realtà supera arrivando anche a 30 FPS) dotato di un sistema Gimbal che la consente di ruotare ed orientarsi nello spazio che la circonda. È peraltro però possibile variare la risoluzione ad esempio a 1080p, 720p, eccetera.

Di fatto, è un prodotto che è veramente plug and play. Si collega il lato USB-C del cavo sulla basetta (ottima posizione, così il cavo non si attorciglia mentre il prodotto è in funzione) e l’USB-A al PC. Non è necessaria alcuna installazione aggiuntiva di driver, ed è perfettamente compatibile sia con l’applicazione fotocamera di default, sia con OBS, Streamlabs, eccetera. Collegandola al PC, viene subito riconosciuta e selezionandola dall’app, nel caso si abbia un’altra webcam, comincerà subito ad essere in funzione.

Come immaginerete, seppur la buonissima qualità dell’immagine/risoluzione in 2K “vera” in correlazione all’offerta, il punto forte non sono la quantità di fotogrammi al secondo, relativi per l’uso ai quali è concepita, bensì le funzionalità ampiamente riuscite di seguire un dato soggetto con comandi. Ne sono attualmente disponibili 4 impartibili al prodotto, sempre riconosciuti correttamente a diverse posizioni, distanze ed inclinazioni.

Le varie Gestures.

“Ok con la mano” consente di abilitare il tracking della persona. Una volta attivo, il led incorporato cambierà colore e seguirà il soggetto ovunque nella stanza.

“Stop con la mano, palmo aperto” ha una duplice funzione: quella di fermare il tracking della persona, lasciando il prodotto in una posizione fissa, e se tenuto fisso per 5 secondi consente di abilitare/disabilitare il logo AiCoCo in alto a sinistra.

“L aperta con la mano, pollice ed indice” ha tre/quattro step progressivi che consentono di fare lo zoom nel punto indicato. Permette di arrivare fino ad uno zoom 2x e un buon grandangolo da 95 gradi.

“Pugno con pollice aperto orizzontale” consente di attivare/disattivare l’autoframing di uno o più soggetti, permettendo quindi di includerli anche se essi si muovono in uno spazio circoscritto.

Il sistema che si occupa di muovere la webcam è dotato di una coppia di motori brushless. Quello presente sulla basetta è capace di ruotare fluidamente nell’asse orizzontale fino a quasi 360 gradi, ±180, con una velocità misurata approssimativamente fino a 120 gradi/s. Il secondo, invece, che comanda l’inclinazione verticale della webcam, è capace di ruotare in un range di ±21 gradi (42 gradi totali misurati).

Utilizzandola e mettendola anche in difficoltà con movimenti bruschi, è piacevole apprezzare come l’immagine resti fluida e non abbia neanche input lag.

Il sensore…

Il sensore e l’obiettivo, fisso, della fotocamera sono perlopiù concepiti in usi di situazioni quali utilizzo frontale, gaming e streaming di videogiochi, podcast, lezioni frontali anche in giro per la stanza, streaming di sessioni di allenamento, unboxing live, eccetera. Il prodotto ha un bilanciamento del bianco che fa un buon lavoro e resta in range qualitativamente nella norma. Anche in situazioni di voluto controluce non eccessivo, viene messo in risalto il soggetto. Il prodotto è tranquillamente compatibile, ove lo si desideri, all’applicazione di LUTs personalizzati attraverso ad esempio OBS. Volendo, è anche possibile collegarla al proprio smartphone, ove quest’ultimo lo consenta con opportuni adattatori, e quindi anche catturare il video con la camera aggiuntiva.

È anche dotata di due microfoni omnidirezionali con una ottimizzazione audio montata di serie (uno cattura l’audio, l’altro compensa il rumore di fondo), che consente un pochino di isolare rumori esterni, e registrare la voce del soggetto inquadrato con una distanza di più o meno 2 metri. L’audio risulta buono ma perfettibile, seppur senza distorsioni o de-sincronizzazioni dal video. Tuttavia, è buon uso dotarsi di un microfono secondario.

Volete portare a un livello superiore le vostre live stream, senza arrabattarvi a spostare manualmente la vostra videocamera, ed avere quindi un pratico sistema di tracking automatizzato con un buon rapporto qualità prezzo? Questo prodotto si rivela la scelta giusta per voi.

Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Feedback in riga
Vedi tutti i commenti